Le mie foto
Nome:
Località: Italia, Bologna, Italy

28 marzo 2011

Alive

lo so... non sto più curando il blog come una volta.

Purtroppo il tempo libero a disposizione è sempre meno e mi son messo in testa di rifarlo tutto da capo per migliorarlo e renderlo più fruibile (chiaramente tenendo tutti i contenuti già inseriti).

A breve (sperò) riuscirò a terminarlo.

Nel frattempo continuo a selezionare notizie e articoli degni di nota e potete seguirli tramite Twittere google reader

16 settembre 2010

Ebook reader

Etichette:

20 luglio 2010

L'incappucciato e il bavaglio



Etichette:

13 settembre 2009

Tentativi di censura

Dopo aver lottizzato la rai e averne preso il controllo completo ecco che partono le prime incursioni ai pochi programmi rimasti a fare informazione:

Tolta la tutela legale alla trasmissione Report della Gabanelli: leggi l'articolo

Ecco la lettera che Michele Santoro ha inviato l'8 settembre al direttore generale della Rai Mauro Masi, al direttore di Raidue Massimo Liofredi e ai consiglieri di amministrazione, a proposito della nuova edizione di Annozero, che dovrebbe debuttare giovedì 24 settembre.

Gentili Direttori,
a due settimane dalla partenza di Annozero nessuno dei contratti dei miei collaboratori è stato ancora firmato. Allo stesso modo, con grave pregiudizio del lavoro preparatorio del programma, non sono stati resi operativi gli accordi con operatori e tecnici che sono essenziali per le riprese esterne e le inchieste. Inoltre non sono stati diffusi gli spot che annunciano la data di inizio di Annozero. Devo dire che una simile situazione non si era mai verificata da quando lavoro in televisione, né era mai accaduto che obiezioni e perplessità in materia editoriale si presentassero sotto forma di impedimenti burocratici; perché questo modo di fare non può che minare l’autonomia dell’Azienda e le sue finalità produttive.

Nonostante le vostre ripetute assicurazioni di questi giorni e nonostante l’atteggiamento di grande collaborazione da me tenuto, la situazione non è sostanzialmente cambiata. Mi risulta che anche altri programmi di punta del servizio pubblico, in particolare di Raitre, abbiano gli stessi problemi e si trovino a dover superare ostacoli pretestuosi per la messa in onda. Si tratta di pezzi pregiati che offrono al pubblico importanti motivazioni per continuare a pagare il canone e contemporaneamente risultano tra i più appetibili per la pubblicità in un momento assai difficile del mercato.
Voi stessi mi avete comunicato (quasi come un ordine) la decisione di introdurre in Annozero un terzo break pubblicitario. A prescindere dalla discutibile decisione, ciò conferma che siamo una delle pochissime trasmissioni della Rai ( credo si contino su una sola mano) che con le entrate degli spot supera abbondantemente i costi del programma. La nostra media del 16,70 per cento di share supera di sei punti la media di rete per 34 prime serate; un’eventuale soppressione del programma aprirebbe un buco difficilmente colmabile nella programmazione, arrecando un danno ai bilanci della Rai valutabile in decine di milioni di euro.
Dal momento che giornali e agenzie vicini al Presidente del Consiglio continuano a diffondere notizie su vostre intenzioni che a me non risultano ma che voi non provvedete a smentire, sono costretto a ricordare, a voi prima di tutto ma anche al Presidente della Rai e ai Consiglieri di amministrazione, che io sono in onda non per le decisioni di un partito ma per una sentenza della magistratura interamente confermata in appello. Perciò pende un procedimento presso la Corte dei Conti che vorrebbe attribuire a responsabilità individuali i costi che la Rai ha dovuto accollarsi per le condanne subite.
Vi comunico quindi che io non intendo rinunciare a quanto le sentenze stabiliscono; e, nell’interesse dell’Azienda, mi aspetto che si recuperi il tempo perduto siglando tutti i contratti (e tra essi quello di Marco Travaglio), da noi predisposti più di due mesi fa, prima che Annozero fosse presentato a Milano agli investitori pubblicitari come un punto di forza del palinsesto autunnale. In questo modo potremo finalmente lavorare serenamente.

Roma, 8 settembre 2009

Michele Santoro

Etichette: , ,

14 luglio 2009

Sciopero

Etichette:

01 aprile 2009

Ricerca nel tuo cervello con google

Hai mai avuto una parola sulla punta della lingua, senza riuscire a ricordarla?
O non riuscire a ricordare il nome di una persona in una situazione socialmente imbarazzante?

Oppure hai subito un deterioramento della memoria a causa dell'invecchiamento o a causa di uno stile di vita "discutibile"?

Se hai risposto di si ad una o più di queste domande Google Brain Search per cellulari è il software che fa per te!

Utilizzando la nuova tecnologia CADIE, è ora possibile indicizzare il contenuto del tuo cervello per poterci fare la ricerca e quindi aiutarti a recuperare i ricordi.

Guardate questo video per vedere come funziona:

Etichette: , , ,

13 novembre 2008

MilleLire OnLine

"I mitici Millelire di Stampa Alternativa potranno sbarcare online grazie al contributo degli utenti"



La serie "Millelire" di Stampa Alternativa rappresentò una grande novità nel panorama editoriale italiano, e molti li ricorderanno ancora. Si trattava di edizioni molto economiche, dai titoli più svariati, alla cui base c'era l'idea di "Libri alla portata di tutti".

Tante buone letture, quindi, anche per chi, forse, non sarebbe stato disposto a pagare il prezzo di un'edizione tradizionale.

I Millelire di Stampa Alternativa sono stati una novità nel panorama editoriale italiano. Libri alla portata di tutti. Tante buone letture. Oggi parte un'iniziativa lodevole per dare nuova vita ai titoli "storici".
Un passaggio di consegne dal vecchio secolo al nuovo millennio, come sottolinea l’ideatore ed editore della collana, Marcello Baraghini, in una intervista ad Alice.it.



Aiutiamo la piccola casa editrice a trasformare la carta in bit, per sfogliare i Millelire in rete. E’ sufficiente un po’ di tempo, uno scanner e un vecchio Millelire. Chi vuole dare una mano, può andare sul sito MilleLire OnLine.

Per digitalizzare tutte le pagine del Millelire basta osservare le seguenti semplici regole:
  • le pagine devono essere scannerizzate minimo a 300 dpi (eventualmente a valori più alti, anche 600 dpi, nel caso di testi o figure poco leggibili)

  • le immagini delle pagine doppie devono essere ridotte necessariamente a 600 pixel di base

  • le immagini devono essere in formato jpeg a compressione standard (fattore di compressione 15)

Etichette: ,

14 agosto 2008

Pirate Bay censurata

Da stamattina il piú grande tracker bittorrent del mondo The Pirate Bay non é piú raggiungibile dall'Italia.


(se non vedi questa immagina vuol dire che il tuo provider sta bloccando il tuo traffico)

Ció é dovuto all'attacco sferrato dalla polizia italiana al file sharing ed in particolare ai tracker torrent: giá poche settimane fa era stato chiuso il piú grande tracker italiano Colombo.

Non mi dilungo sul fatto che tali azioni ormai sempre piú usate in Italia (mi riferisco ai vari blog censurati, ai siti di file sharing e ai siti di scommesse esteri) siano paragonabili a quelle cinesi verso il Tibet, ma mi limito solo a dirvi come aggirare certe limitazioni fasciste alla vostra libertá e a riportare il messaggio lasciato da Pirate Bay per noi italiani.

Per evitare la censura il sistema e decisamente semplice (per fortuna l'ingoranza informatica delle istituzioni e dei provider italiani almeno per questa volta va a nostro favore): basta evitare di usare i Dns italiani.

In questo vecchio post parlo di un ottimo servizio di Dns che oltre tutto aggiunge comode funzionalitá aggiuntive: Naviga sicuro con OpenDns

Da The Pirate Bay:

Stato fascista censura Pirate Bay
Siamo abbastanza abituati alla presenza di paesi con regime fascista che non permettono la libertà di parola. Molte piccole nazioni permettono che i loro dittatori decidano di bloccare il nostro sito, visto che possiamo favorire una diffusione di informazioni che potrebbe essere dannosa ai dittatori stessi.

Stavolta è il turno dell'Italia. I suoi abitanti vantano un passato veramente nefasto, poiché una delle federazioni dei discografici fu fondata in Italia durante gli anni del fascismo, e oggi hanno un fascista al potere: Silvio Berlusconi.

Berlusconi è anche la persona più potente d'Italia nel campo dei media, poiché possiede molte aziende in competizione con The Pirate Bay, e vorrebbe che le cose rimanessero così. Per questo motivo uno dei suoi lacché, Giancarlo Mancusi (il pubblico ministero di Bergamo, N.d.R.), ha ordinato di bloccare il nostro dominio e il nostro IP in Italia, per rendere il cammino difficile a chi non vuole supportare l'impero di Berlusconi.

Leggi tutto il post

Etichette: , , , ,

02 agosto 2008

Large Hadron Collider

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Large Hadron Collider (LHC) è un acceleratore di particelle, attualmente nelle fasi finali di costruzione presso il CERN di Ginevra per collisioni tra protoni e tra ioni pesanti.

LHC è l'acceleratore di particelle più grande e potente mai realizzato dall'uomo, progettato per far collidere protoni ad un'energia nel centro di massa di 14 TeV, mai raggiunta fino ad ora in laboratorio. È costruito all'interno di un tunnel sotterraneo lungo 27 km situata al confine tra la Francia e la Svizzera, originariamente scavato per realizzare il Large Electron-Positron Collider (LEP).


Qui ci sono le foto... assolutamente fantastiche.



Dimenticavo... secondo alcuni l'LHC potrebbe causare la distruzione della Terra attraverso la creazione di un buco nero che inghiottirebbe la terra in circa 50 mesi.

Etichette: ,

Né luci né telecamere...Solo Bit

Un mese fá é uscito il nuovo video dei RadioHead che continuano a stupire per la forte innovazione che portano nell'universo ormai vecchio e decadente della musica di largo consumo.

Il video del loro nuovo singolo, "House of Cards" è stato interamente realizzato attraverso tecnologie in grado di catturare le immagini in 3D(senza l'ausilio di alcuna telecamera): Geometric Informatics e Velodyne LIDAR.


I sistemi di scanning di Geometric Informatics producono luci strutturate in modo da catturare le immagini in 3D con grande precisione, mentre il Velodyne Lidar è un sistema che usa molteplici radar finalizzati a rendere vasti ambienti e paesaggi. In questo video tutte le immagini sono state realizzate utilizzando 64 laser in rotazione di 360°, 900 volte al minuto.

In questo link potrete guardare il video, scoprire come è stato prodotto e sperimentare in prima persona questa tecnologia.

Assolutamente da provare anche il player che vi permette di "girare" il video cambiando inquadrature, zoom e l'angolazione del video mentre lo si ascolta...pazzesco!

Etichette: , , ,

Google